Profilo

Sergio SchiavoneSergio Schiavone (Pescara, 1966)

Sono maggiore dell’Arma dei Carabinieri e Comandante del Reparto Investigazioni Scientifiche (RIS) di Messina.

Sono laureato in chimica e tecnologia farmaceutiche e in farmacia all’Università Sapienza di Roma. Ho, quindi, conseguito un dottorato di ricerca in scienze forensi (Roma Tor Vergata) ed un master di II livello in difesa CBRN (Roma Sapienza).

Dopo un lungo periodo di impiego (dal 1991) presso il RIS di Roma, dal 2005 ho assunto l’attuale incarico, che comporta la responsabilità delle investigazioni scientifiche per le regioni Sicilia e Calabria, con un carico di lavoro di circa 3500 indagini tecniche l’anno, spesso relative a reati particolarmente efferati (ca. 140 omicidi l’anno).

Mi sono occupato, dal punto di vista scientifico-forense, di alcuni dei più importanti (e controversi) casi giudiziari degli ultimi anni: dall’attentato al giudice Paolo Borsellino alla strage di Nassiriyah, dalle indagini sul protocollo anticancro Di Bella a quelle sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone.

Ho presentato le attività del reparto in servizi e interviste su giornali (Corriere della Sera, Giornale di Sicilia, La Sicilia, La Stampa, Gazzetta del Sud) e programmi televisivi (Rai: Tg 1 ; Tg 3; Chi l’ha visto; La vita in diretta – Canale 5: Verissimo; Tg 5 – Sky Tg 24).

Ho pubblicato oltre trenta articoli sulle principali riviste di scienze forensi (Journal of Forensic Sciences, Forensic Science International, Annali dell’Istituto Superiore di Sanità, Journal of the Canadian Society of Forensic Sciences) e sono coautore – per la parte relativa all’analisi di fibre/vernici/vetri – del primo testo italiano del settore (M. Picozzi – A. Intini “Scienze Forensi: teoria e prassi dell’investigazione scientifica”, UTET Giuridica 2009).

Ho preso parte, spesso come unico rappresentante italiano, a circa cinquanta convegni internazionali di scienze forensi organizzati dai principali organismi internazionali di settore tra cui l’ENFSI (European Network of Forensic Science Institute), l’Europol, l’Interpol e l’AAFS (American Academy of Forensic Sciences).

Collaboro con le riviste di divulgazione scientifica Newton, per la quale curo la rubrica “Fino a prova contraria. Scienza e tecnologia sulla scena del crimine”, e Wired.

Insegno tecniche del sopralluogo e criminalistica nel master in scienze forensi dell’Università di Messina, nella scuola di specializzazione in medicina legale e delle assicurazioni dell’Università di Catanzaro e nel Postgraduate Master Course in Forensic Science (Università di Parma, Messina, Cottbus e Budapest).

Sono membro dell’American Academy of Forensic Sciences e della Forensic Science Society nonchè socio del Fondo Ambiente Italiano e di Italia Futura.

I miei hobbies sono i viaggi (in Italia i miei posti preferiti sono la Sicilia, La Maddalena, la Val Gardena e Venezia – in Europa Londra e Lisbona – nel mondo New York e lo Yucatan), l’arte in tutte le sue forme (musica e pittura, in primis), la lettura di quotidiani e romanzi (soprattutto gialli) e lo sport (pratico, con assiduità, nuoto e jogging).